il Ranocchio

C’era una volta una grande comunità di ranocchi tutti molto acculturati, leggevano, scrivevano (quello che avevano letto) parlavano (di luoghi comuni) pochi abbinavano la cultura con le proprie idee.
Successe un giorno che venne proposta una sfida tra tutti i ranocchi.
La sfida consisteva nell'arrivare in cima a una altissima torre di cui non si vedeva la fine.
Si radunò molta gente curiosa per vedere la competizione  e fare il tifo.
Cominciò la gara. In realtà, nessuno credeva possibile che i ranocchi raggiungessero la cima, e il brusio che circolava tra la folla erano frasi tipo:
Che pena !!! Non ce la faranno mai!"
alcuni ranocchi, o stanchi o poco combattivi si ritirarono poco dopo.
Il rumoreggiare del pubblico ,sempre molto competente, continuava :
"... che matti !!!. è una fatica inutile!!!!.I ranocchi sentendo quei commenti, si sentirono presi in giro e gran parte di essi si ritirò.
Il pubblico assistendo a quella debacle generale prese coraggio e diventò anche offensivo, .. ma dove credete di andare buuuu!!
siete solo dei ranocchi..!!!  buffoni!!! arbitro cornuto!!!!  governo ladro!!!  ejgylò!!!  jlkjfg9!!!
In effetti, commentò l'esperto studioso di ranocchi, riconosciuto a livello mondiale
 e ben pagato dai media per i suoi pareri
"arrivare là in cima per un ranocchio è contro ogni legge fisica, e tuuuttii ma proprio tutti sanno che le leggi fisiche non possono essere infrante!"
E tutti i ranocchi si diedero per vinti
Tranne uno che continuava ad arrancare  cercando di raggiungere la cima incurante dei fischi , degli insulti e dei commenti
Continuava ad insistere e tra mille sforzi, qualche idea e tanto sudore, alla fine stremato raggiunse la cima della torre.
Uno dei ranocchi ritirati stupefatto e un po' avvilito gli si avvicinò per chiedergli come avesse fatto a arrivare fino in cima nonostante il chiaro parere sia dei suoi compagni che del pubblico e sopratutto degli espertil
 E scoprì che.........era sordo!
Le leggi della scienza sono fatte per essere infrante.