ABCDEFGH ILMNOPRSTUZ

il massaggio 

Il massaggio (dal greco massein che significa "impastare", "modellare") è la più antica forma di terapia fisica, utilizzata nel tempo da differenti civiltà, per alleviare dolori e decontrarre la muscolatura allontanando la fatica. Oggi trova spazio all'interno della fisioterapia, della medicina alternativa e nei trattamenti estetici. Ne esistono infatti diversi tipi, con differenti finalità: distensivi, muscolari, sportivi, antidolore, drenanti, anticellulite.
Vengono anche considerati vicine al massaggio o ad esso assimilate, e talora praticate congiuntamente, tecniche fisiche o terapeutiche orientali come lo shiatsu, il massaggio thaio il massaggio ayurvedico.
la tecnica
Si esegue con una tecnica che attraverso il contatto corporeo, manuale e con manovre precise e sequenziali, attenua dolore e tensione all'apparato muscolare. I movimenti del massaggio vanno eseguiti nella direzione delle  fibre muscolari e devono rispettare il senso della circolazione venosa, quindi dalle estremità verso il cuore, e possono essere decisi e rapidi, per un effetto tonificante, oppure lenti e delicati, per un effetto calmante. Esistono varie tipologie di massaggio: antidolore, anticellulite, antistress, estetico, curativo, sportivo, erotico. Esistono poi specifiche manovre per le donne in gravidanza, per i neonati o per gli anziani.
Tra i vari tipi di massaggio si possono annoverare:
  • Lo sfioramento, ossia far scivolare il palmo o il polpastrello sulla pelle; in questo modo si attiva il ritorno venoso al cuore.
  • La percussione, una sequenza di colpi dati con il palmo o con il pugno chiuso; induce un effetto stimolante e tonificante.
  • L'impastamento, ovvero il sollevamento della pelle eseguito con un pizzicamento e una torsione;
  • La frizione, che consiste in una pressione da associare a movimenti circolari o diversi;
  • La pressione, cioè comprimere con il palmo la pelle eseguendo un movimento continuo e dolce; questo è utile per eliminare contratture muscolari (crampi).
  • La vibrazione, ossia una pressione unita ad un movimento oscillatorio; produce un effetto stimolante.
Si utilizzano oli o creme appositi per facilitare lo scorrere delle mani sul corpo ma talvolta vengono eseguiti senza alcun mezzo ausiliare, ossia senza unguenti, talora anche attraverso un sottile strato di stoffa
In occidente si effettua per lo più su appositi lettini, mentre in oriente è spesso in uso il futon, o materassino a terra, così da sfruttare meglio il peso e le parti del corpo del massaggiatore nell'esecuzione delle "pressioni", tecnica ampiamente utilizzata nel massaggio orientale. La durata della seduta non deve essere inferiore a 30 minuti, al fine di garantire un beneficio, e molto raramente è superiore alle due ore. Creme apposite ed oli migliorano l'efficacia del trattamento. La seduta dovrà essere effettuata in un ambiente con temperatura adeguata per non sentire freddo.
Precauzioni e controindicazion
Tutti possono ricevere i massaggi, con qualche precauzione riguardo i bambini: il massaggio adatto a loro sarà necessariamente più leggero, tenendo conto della fragilità ossea.
Controindicazioni totali:
  • cirrosi epatica
  • durante i primi 3 mesi di gravidanza
  • malattie infettive
  • dopo un intervento chirurgico
  • stati febbrili di temperature vicine al 38°
  • vene varicose e flebiti
Controindicazioni parziali:
  • bypass
  • pace-maker: effettuare con estrema cautela
  • tumore<