Il massaggio idrosonico

Acqua, massaggio e ultrasuoni: il mix perfetto per la salute e la bellezza del corpo.
www. Sanihelp.it -
idro un mix di idroterapia, massaggio e ultrasuoni che fa (quasi) miracoli: rilassa i muscoli, aiuta nel recupero della funzionalità motoria, combatte gli inestetismi della cellulite.
Ideale per tutti: da chi, per motivi di lavoro, assume posture errate, a chi vuole tonificare i muscoli e ridurre grasso e cellulite, a chi deve riprendersi dopo uno sforzo, un trauma o un’attività sportiva, a chi, infine, vuole solo concedersi una pausa di sano relax.
Massaggio idrosonico e sport.
«L’ultrasuonoterapia, attraverso un’azione antinfiammatoria locale e micropressoria, favorisce un’attività benefica sul microcircolo e sui tessuti trattati», afferma il professor Piero Volpi, Responsabile Centro di Traumatologia dello Sport dell’Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano.
«L’idromassaggio associato agli ultrasuoni può essere consigliato sia in fase di recupero dopo prestazioni fisiche, agendo sul ripristino della fatica, rilassando la muscolatura e attenuando la dolenza tipica da sforzo, ma anche alleviando le fastidiose
da postura tanto frequenti nell’attività lavorativa».
«L’acqua è un prezioso alleato della nostra bellezza.
Il suo utilizzo meccanico (attraverso, ad esempio, l’idromassaggio) può riattivare dolcemente tutti i tessuti, favorendo una buona vascolarizzazione aumentando la possibilità di eliminare le scorie e la permeabilità ai nutrienti necessari», dice la dottoressa Evelina Flachi, Specialista in Scienza dell’Alimentazione.
«Se all’idromassaggio abbiniamo gli ultrasuoni, amplifichiamo i benefici delle due pratiche.
Ad esempio, in un regime alimentare controllato o di mantenimento, il massaggio idrosonico favorisce una buona efficienza circolatoria, che vuol dire rivitalizzazione metabolica tissutale, drenaggio dei liquidi in eccesso e, soprattutto, facilità nell’eliminazione delle scorie metaboliche».
Massaggio idrosonico e trattamenti estetici.
«In Medicina Estetica gli ultrasuoni sono impiegati, da molti anni, soprattutto nel trattamento della cellulite  e delle adiposità localizzate», spiega la dottoressa Anadela Serra Visconti, Medico Estetico.
Gli ultrasuoni esercitano una sorta di micromassaggio, a livello della cellula adiposa e della membrana adiposa che stimola lo scioglimento del grasso.
Grazie a questa proprietà litica gli ultrasuoni vengono utilizzati anche negli interventi di liposuzione
, al fine di ottenere una maggiore liquefazione del grasso da asportare.
Usata in vasca idromassaggio a frequenze inferiori ai 4 Mhz, con una penetrazione nel tessuto sottocutaneo di 1-2 cm, questa metodica non ha alcuna controindicazione.
L’acqua ottimizza la veicolazione degli ultrasuoni, potenziando leffetto del loro micromassaggio circolatorio.
Un bagno di questo tipo riattiva la  circolazione e consente ai principi attivi contenuti nei cosmetici di penetrare meglio nei tessuti.
È questa la condizione ideale in cui applicare, per esempio, le creme anti-cellulite che migliorano la circolazione venosa e linfatica nelle gambe».

Ayurvedico

Berbero

Breuss

Californiano

Cioccolato

Connettivale

Coreano

Craniosacrale

Digitopressione

Garshan

Hammam

Hawaiano

Kalari
idro
Idrosonico

Infantile

Linfodrenaggio

Pene

Pietre calde

Pindasweda

Piede

Polinesiano

Prostata

Reiki

Sensuale

shantala

Shiatsu

Svedese

tantrico

taurumi

thaimassage

tribe massage

TuiNa

vaginale

yoni

Watsu