ABCDEFGH ILMNOPRSTUZT

medicina germanica

Ryke Geerd Hamer (Circondario di Mettmann, 17 maggio 1935) è un medico tedesco non più abilitato alla professione.
A partire dal 1981 ha elaborato una medicina alternativa oggi conosciuta come nuova medicina germanica (marchio registrato). Incarcerato in Francia dal settembre 2004, è stato rilasciato il 16 febbraio 2006.
Hamer è conosciuto anche per le sue affermazioni antisemite, che nel marzo 2007 gli sono costate l'accusa da parte della procura di Cottbus (Robbineck) di "incitamento all'odio razziale". Attualmente, per sfuggire all'arresto, pare sia latitante in Norvegia  Biografia Nasce in Germania il 17 maggio 1935 a Mettmann.
Nel 1953, all'età di 18 anni, consegue la maturità a Krefeld e comincia gli studi di medicina e teologia all'Università di Tübingen. Nel1957, a 22 anni, supera l'esame di teologia a Erlangen; il 10 aprile del 1962, a 26 anni, supera l'esame statale di medicina a Marburg in Germania. Riceve il Dr. med. nel dicembre 1963. Perderà l'abilitazione a praticare la medicina nel 1986.
Nel febbraio 1972 diventa medico di medicina interna.
Deposita alcuni brevetti, soprattutto relativi alla chirurgia plastica: lo "scalpello Hamer" e un tavolo che si adatta automaticamente ai contorni del corpo.
Nel 1978 il figlio Dirk, mentre si trova in vacanza all'isola di Cavallo, in Corsica, viene colpito da un colpo d'arma da fuoco, secondo le prime ipotesi, mai processualmente dimostrate, proveniente da un fucile impugnato da Vittorio Emanuele di Savoia nel tentativo di impedire un furto, e muore dopo quattro mesi di agonia. I processi si protrarranno per molti anni, ma l'imputato sarà in seguito assolto da ogni accusa con una sentenza molto controversa  (di tale presunta responsabilità si è parlato ancora recentemente, in seguito alla discussa interpretazione di una intercettazione ambientale dello stesso Vittorio Emanuele, disposta nell'ambito di una diversa vicenda giudiziaria
Successivamente Ryke Hamer viene colpito da carcinoma a un testicolo, che gli viene asportato chirurgicamente.
I primi sintomi del cancro sarebbero apparsi due mesi dopo la morte tragica di suo figlio.
In seguito a questi episodi, in un primo tempo Hamer ipotizza che il cancro sia causato da traumi improvvisi e drammatici, che porterebbero a dei conflitti biologici. In seguito, nel 1981 elabora una teoria secondo la quale tutte le malattie sarebbero causate da tali conflitti biologici e l'unica possibilità di guarigione sarebbe quindi data dalla risoluzione del conflitto.
Denomina la sua ipotesi di uno shock biologico sindrome di Dirk Hamer (in inglese Dirk-Hamer-Syndrome o DHS) e battezza le basi della sua pratica Cinque Leggi Biologiche. Hamer sostiene di aver confermato e documentato le sue ipotesi in tutti i casi da lui esaminati, circa 30.000. Tuttavia, nella letteratura medica, non è riportato alcun caso di cancro curato con il metodo di Hamer e non esistono studi che riguardo le sue teorie . Le prove fornite da Hamer e dai suoi sostenitori non sono scientificamente convincenti e molti aspetti della sua pratica sono in contrasto con le conoscenze fornite dalla scienza medica .
La pratica è considerata pericolosa poiché può indurre i pazienti, sicuri della guarigione con il metodo di Hamer, ad abbandonare le terapie mediche. È stato indagato diverse volte per cattiva pratica medica, poiché - secondo le accuse - avrebbe causato la morte di alcuni suoi pazienti.
Nel 1986 è stato radiato dall'Ordine dei medici dal tribunale distrettuale di Coblenza per omessa assistenza medica; da quel momento in poi ha continuato a praticare la professione abusivamente in diversi paesi.
Nel 1990 fonda a Burgau, in Austria, un centro di consulenza che chiama "Klinik für Neue Medizin" che sarà chiusa nel 1995 dalle autorità austriache.
Il 22 gennaio 1992 viene condannato dal tribunale distrettuale di Colonia a 4 mesi di carcere per aver curato un ragazzo ammalato di cancro con una terapia non idonea, il ragazzo perdette una gamba.
Il 27 luglio del 1993 viene condannato in Austria per calunnia a 6 mesi con la condizionale per tre anni.
Nel 1997 viene arrestato a Colonia e condannato a 19 mesi di reclusione per esercizio illegale della professione medica, scontandone 12.
Si è poi trasferito all'estero, sfuggendo così ad un nuovo mandato di cattura.
Nell'ottobre del 2001 viene condannato in contumacia a 18 mesi di reclusione e 50.000 Franchi di multa in Francia per exercice illégal de la médecine, complicité de on-assistance à personne en danger, complicité d'exercice illégal de la médecine, et escroquerie. Nel 2003 fa registrare la nuova medicina germanica come marchio registrato.
È stato nuovamente arrestato in Spagna nel settembre 2004 ed estradato in Francia sulla base di un mandato di fermo europeo emesso in Francia. Lì era stato condannato del tribunale di Chambery il primo luglio 2004 alla pena di tre anni di reclusione per frode ed esercizio abusivo della professione medica, dopo sei anni di procedure giuridiche. È stato rilasciato il 16 febbraio 2006, tre mesi prima della scarcerazione prevista.
Nella prima metà di marzo 2007 è stato accusato dalla procura di Cottbus (Robbineck), in Germania, per "incitamento all'odio razziale" a causa dei contenuti antisemiti dei suoi scritti.
 Fuggito dalla Spagna, attualmente si troverebbe in Norvegia.
Lo conferma della corrispondenza del 2007[4], indirizzata ad Hamer proprio in Norvegia, nella città di Sandefjord, nella contea diVestfold, un centinaio di chilometri a sud di Oslo. In una lettera del 20 maggio 2008  viene riportato come suo indirizzo Sandkollveien 11, sempre nella città di Sandefjord. Il tutto viene confermato anche dal fatto che il 29 gennaio 2008 Hamer ha registrato una propria casa editrice in Norvegia, chiamata "Germanische Neue Medizin Forlag Dr. Hamer", "società di persona singola" con sede al medesimo indirizzo.
Secondo il quotidiano norvegese Verdens Gang, ci sarebbe già notizia di una persona deceduta dopo aver seguito la "Nye Medisin": si tratta della 52enne Elsemarit Fjeldheim, diKongsberg, che si era affidata nella mani dei "terapeuti" Bent Madsen e Dagfrid Kolås. L'antisemitismo
Da circa dieci anni Hamer sostiene che le sue cosiddette "leggi biologiche" sarebbero state messe sotto silenzio a causa di un complotto mondiale degli ebrei, e da presunte associazioni massoniche ebraiche che vorrebbero assassinarlo .
Secondo Hamer gli ebrei si curerebbero di nascosto con la nuova medicina germanica e impedirebbero ai non ebrei di farvi ricorso, macchiandosi «del più orribile delitto di tutta la storia dell'umanità» . « Gli ebrei vanno dal loro rabbino, il quale conosce perfettamente la NMG e può dire "Tu hai avuto un conflitto, di questo tipo, vogliamo parlarne?"
Per esempio se il paziente ebreo ha avuto un conflitto a causa del denaro, il rabbino telefona immediatamente al direttore della banca, probabilmente è un suo amico o un conoscente, e gli dice: "Il paziente si è ammalato a causa di questo problema con la banca", e il direttore risponde "Oh, scusa, allora può venire qui da me di persona, lo aiuto immediatamente".
Il conflitto è istantaneamente risolto, e in poco tempo il paziente è come nuovo.
Questo è solo un esempio di come i rabbini aiutano i loro pazienti ebrei, è il loro modo di fare terapia. » (Intervista del 23 settembre 2007 al Dottor Hamer)
A causa dei suoi scritti, attualmente Hamer è latitante perché accusato di incitamento all'odio razziale sulla base dell'articolo 130 del Codice penale tedesco.
Per sfuggire all'arresto, secondo quanto scritto in un'intervista del 23 settembre 2007 pubblicata da Fabrizio Camilletti, Hamer attualmente sarebbe in Norvegia.
I motivi di questa fuga li spiega lo stesso ex medico tedesco nel corso dell'intervista: "Da una telefonata ho saputo che il governo tedesco, tramite la polizia, mi avrebbe incarcerato.
Sono partito un giorno prima della mia cattura e sono venuto in Norvegia, perché la Norvegia non fa parte della Comunità Europea e qui è molto più difficile incarcerarmi".
 Le accuse sono state mosse da parte della procura di Cottbus (codice 1653 Js2797/06, pubblico ministero Wilfried Robinek) e della procura di Rottweil (codice 10 UJs6999/06).
Aspetti teorici
Secondo Claudio Trupiano (fondatore e membro del Consiglio Direttivo dell'Associazione ALBA che ha come fine quello di diffondere la Nuova medicina germanica) il pensiero di Hamer sarebbe in continuità con la teoria evoluzionistica.
In particolare, con la teoria formulata in chiave biologica da Ernst Haeckel, che "l'ontogenesi segue la filogenesi", ovvero che nello sviluppo del singolo si ricapitola lo sviluppo della vita dalle sue prime forme organiche .
A partire da questo "assunto" si giungerebbe all'altro "assunto" indimostrato del pensiero hameriano: la corrispondenza tra i vissuti (analizzati sul piano biologico complessivo e non solo psicologico) le reazioni dei tessuti, secondo uno schema costante
Più in generale, Hamer ritiene - contrariamente ad ogni evidenza clinica e scientifica – che le metastasi sarebbero un'invenzione della medicina; i batteri ed i virus non sarebbero un danno per il nostro corpo, ma anzi aiuterebbero a guarire (ad esempio se hai un tumore al seno devi trovare immediatamente qualcuno da stringere al petto, se hai un tumore allo stomaco, bisogna ingerire al più presto dei batteri della tubercolosi, la carie dentaria è causata dal "conflitto di non poter mordere", mentre ildiabete nelle donne mancine sarebbe in verità un "conflitto sessuale" provocato dal disgusto dell'organo sessuale maschile, o provocato dalle rane) . a causare il cancro o una malattia sarebbe un presunto trauma non risolto o un conflitto (ad esempio il cancro al seno destro sarebbe causato da un presunto conflitto madre-figlio) i traumi psichici sarebbero visualizzabili negli esami TAC
Queste affermazioni  non sono validate  dalla scienza, e non esiste alcuna documentazione clinica o sperimentazione scientifica che le confermi minimamente. In particolare, per quanto riguarda la presunta "visualizzazione dei traumi psichici tramite TAC" (secondo Hamer, apparirebbero come delle formazioni concentriche e rotondeggianti), Hamer si riferisce erroneamente ed in maniera fuorviante a formazioni che sono invece notoriamente degli artefatti tecnici del macchinario, chiamati "ring artifact , frequenti soprattutto nelle apparecchiature più obsolete.
Il caso di Olivia Pilhar Questo caso ha provocato molto clamore in  Austria  e Germania. Olivia Pilhar era una bambina austriaca di 6 anni quando si ammalò di cancro a un rene (un tumore maligno: ilnefroblastoma o tumore di "Wilms"), nel 1995, per cui era necessario ricorrere alla chemioterapia.
I genitori si rivolsero a Hamer,  che in Austria non poteva più esercitare la professione di medico e si era trasferito in Spagna. I genitori portarono Olivia in Spagna (a Malaga) da Hamer.
La sua diagnosi: «conflitto biologico, perché la madre non voleva più cucinare e la nonna le dava da mangiare troppe cotolette fritte (Schnitzel)».
Dopo una sentenza del tribunale per i minori di Vienna , la bambina fu liberata con l'aiuto della polizia dopo 72 giorni, e fu trasferita in una clinica viennese che le salvò la vita. Prima della partenza dall'Austria, la bambina mostrava un tumore con un volume di 250 ml; dopo la permanenza in Spagna il tumore era cresciuto fino ad un volume di 4,2 litri e la bambina era in pessime condizioni.
Dopo un'operazione e un trattamento di chemioterapia la piccola Olivia guarì. I genitori di Olivia, un ingegnere e una maestra, sono rimasti fedeli alla nuova medicina germanica: il padre non lavora più come ingegnere, ma viaggia in tutta la Germania per divulgare la NMG .
Il caso di Gaby J. Gaby J., infermiera svizzera nata il 14 dicembre del 1954, a maggio del 1997 scopre un nodulo al seno, che la biopsia rivela maligno. Le viene asportato il seno ed i noduli linfatici: è uno shock, rifiuta la chemioterapia o la radioterapia e si avvicina alle teorie di Hamer.
Due anni dopo le compare un nodulo sotto un'ascella, ma lei è tranquilla: parla di un "gonfiore dovuto ad una stasi".
A metà novembre del '99 si allontana da tutto e da tutti, perché deve "concentrarsi sulla guarigione": a dicembre già non riesce più a muoversi a causa delle metastasi. Il 29 maggio del 2000 chiede aiuto alla madre, la signora Rose-Laure Huber. Gaby è ormai "uno scheletro, quasi senza capelli". Dopo dolori indicibili, accetta di ricoverarsi all’ospedale Spital Aarau, dove muore poco dopo.
La madre non mostrerà ai parenti il corpo perché devastato dalle metastasi . Il caso di Domenico Mannarino A Domenico Mannarino, ispettore di polizia di Crotone, nel novembre del 2005 viene diagnosticato un tumore al polmone: dovrebbe seguire una leggera chemioterapia. Ma Benedetto L., un medico di Crotone del Sant’Andrea di Roma lo convince a rivolgersi alle teorie di Hamer.
Dopo un breve e deludente contatto con un medico hameriano di Aulla, Benedetto lo invita a contattare direttamente Marco Pfister, presidente dell'associazione Alba.
Dopo un po’ le metastasi continuano a diffondersi, tanto da paralizzare anche il lato sinistro del suo corpo. Per il medico romano la paralisi è dovuta ad un conflitto di partner, per cui è colpa della moglie, che non lo appoggia a sufficienza. Il signor Mannarino muore il 19 agosto 2006, tra mille sofferenze perché senza l'aiuto della morfina. A causare la morte è una perforazione ad un'ansa intestinale .