Fabio Cardone e Roberto Mignani

Il tuono nucleare: neutroni dagli ultrasuoni
Due fisici italiani, Fabio Cardone e Roberto Mignani, hanno annunciato la realizzazione di reazioni nucleari prodotte con gli ultrasuoni.
Fabio Cardone fa un resoconto delle ricerche
La la cosiddette "reazioni nucleari ultrasoniche", è stata descritta in un volume intitolato "Deformed Spacetime", che è in corso di pubblicazione (I° trimestre 2007) presso la prestigiosa casa editrice tedesca Springer Verlag di Berlino.
In quest'opera i due fisici affermano di aver generato neutroni immettendo ultrasuoni in varie soluzioni di acqua ed acidi di ferro.
I neutroni sono stati misurati con rivelatori termodinamici in uso per sistemi di difesa ottenendo il 100% della ripetibilità dell'esperimento.
Il fenomeno scoperto ispira facilmente la concezione di un reattore ad ultrasuoni, i cui vantaggi nella produzione di "energia pulita" sono più che evidenti.
Gli esperimenti diretti da Fabio Cardone sono stati condotti in Italia a partire dal 2003 presso laboratori militari e civili con la collaborazione dei tecnici militari A. Aracu, A. Bellitto, F. Contalbo, P. Muraglia e dei ricercatori civili G. Cherubini, A. Petrucci, F. Rosetto, G. Spera.

Tale ieme ad altre sulla gravità e l'elettricità presentate nel volume menzionato, permetterà di ripensare in modo critico le teorie della relatività di Einstein e della meccanica quantistica di Bohr. Perugia, Novembre 2006 - By Umberto Bartocci PiezoNucleare, dall'Abruzzo energia nucleare pulita? pubblicato: giovedì 22 aprile 2010 da Marina in: Manipolare lo spazio-tempo per ottenere energia nucleare pulita.
Secondo due scienziati abruzzesi, Fabio Cardone e Roberto Magnani è possibile grazie al PiezoNucleare e gli esperimenti per dimostrare l’efficacia degli studi potrebbero essere fatti nella base militare di Monte San Cosimo a Pratola Peligna.
 Ma in cosa consiste il piezonucleare? Cardone e i suoi colleghi, grazie anche a ricerche precedenti, hanno scelto il piezonucleare.
 E hanno anche ottenuto risultati eccellenti. Sono in grado di produrre energia nucleare, ma senza adoperare elementi radioattivi.
Bensì elementi comuni, come ad esempio di semplice ferro.
Secondo Cardone, sono possibili reazioni nucleari utilizzando la deformazione dello spazio-tempo in prossimità dei nuclei atomici di elementi semplici.
A produrre il risultato sono gli ultrasuoni, capaci di costringere atomi di ferro (ma anche di altri elementi) ad emettere neutroni, cioè energia sufficiente a innescare reazioni a catena.
Gli ultrasuoni esercitano una pressione sufficiente a “spremere” neutroni..
Ciò avviene in uno spazio-tempo deformato nei dintorni dei nuclei atomici.
Einstein afferma, appunto, nella sua relatività, che le masse deformano lo spazio-tempo facendovi precipitare le cose: la gravità.
Ciò è vero anche se la massa è quella minuscola di un nucleo atomico.
Gli ultrasuoni in tale spazio-tempo sono sufficienti a distaccare neutroni generando un flusso di energia.
I vantaggi sembrano essere molteplici: carburante da adoperare pressoché inesauribile; produzione abbondante di energia; nessuna emissione di radiazioni Alfa, Beta e Gamma; non ci sono scorie nucleari.
 Ma occorrono soldi per acquistare gli strumenti al fine di condurre gli esperimenti necessari.
Scommetterà l’Italia sul PiezoNucleare
Ma altre informazioni si possono desumere consultando le schede sinottiche dei brevetti detenuti dal CNR relativi alle reazioni piezonucleari:
 1 - Apparecchiatura e procedimento per l’ abbattimento della radioattività di materiali radioattivi mediante reazioni piezonucleari indotte da ultrasuoni e cavitazione
2 - Processo e impianto per la produzione di reazioni piezonucleari endotermiche ed esotermiche mediante ultrasuoni e cavitazione di sostanze
3 - Apparecchiatura e procedimento per la produzione di neutroni mediante ultrasuoni e cavitazione di sostanze
Per approfondire inoltre ulteriormente l’ argomento si può: - visitare il sito “Escatologika” gestito dal signor Marco Curione - o scaricare e leggere il volume “Verso il Nucleare Pulito - Scoperta e Sfruttamento delle Reazioni Nucleari Ultrasoniche“ (file Word di circa 9,5 mb e 74 pagine)- vedere su “Youtube” tre filmati relativi ad un intervento di Fabio Cardone durante il recente convegno del 21 maggio 2008 “Energia e Ambiente” della Facoltà di Scienze dell’ Università di Chieti in collaborazione con il Lions Club